lunedì, luglio 9

Solari Bioearth Sun: una garanzia per la pelle

L’estate: belle giornate, sole, mare e pelle abbronzata che fa apparire tutti più belli e sani.
Inutile sottolineare la vitale importanza di proteggere l’epidermide dal nostro amico/nemico sole.
Il dilemma è sempre lo stesso: filtri fisici o filtri chimici? Quali sono i più efficaci?
Vi riassumo in breve.
I filtri fisici schermano i raggi solari semplicemente creando una barriera sull’epidermide che riflette sia i raggi UVA che quelli UVB.
I filtri chimici agiscono, come dice il nome, chimicamente, con un meccanismo non molto chiaro, assorbendo in parte determinati tipi di raggi e non permettendo loro di penetrare il derma.
Vi rimando ad alcuni articoli molto utili che potranno chiarire meglio le idee:
http://www.saicosatispalmi.org/index.php?option=com_content&task=view&id=173&Itemid=1
http://www.saicosatispalmi.org/index.php?option=com_content&task=view&id=8&Itemid=12
Questo è il terzo anno che utilizzo i solari Bioearth, un ottimo compromesso tra filtri fisici e chimici, e vorrei parlarvene oggi.


Per-articolo-solari

Riporto qui di seguito qualche informazione che potete trovare  sul sito ufficiale e anche in un post scritto ultimamente da Manuki sul suo meraviglioso blog che amo e seguo sempre molto volentieri.
Linea di trattamenti solari con base naturale e biologica ideati per proteggere la pelle dell’adulto e del bambino dai raggi solari e tutelare la salute dell’intero organismo evitando l’uso di ingredienti e filtri solari problematici.
I prodotti solari Bioearth sono formulati a partire da basi naturali realizzate con ingredienti vegetali e oli biologici.
Non sono utilizzati conservanti aggressivi (es. parabeni), emulsionanti chimici (PEG-PPG), coloranti, derivati del petrolio. I prodotti sono ricchi di oli vegetali,estratti erboristici ad azione anti-radicali liberi.
In particolare le basi Bioearth:
  • Sono formulate con ingredienti biologici, vegetali e di origine naturale.
  • 100% VEGAN: non usiamo ingredienti animali o di origine animale.
  • NO Animal Testing: i nostri prodotti non sono testati su animali.
  • NO PEG/PPG: usiamo emulsionanti “green” di origine naturale.
  • NO parabeni: ove necessario usiamo conservanti “soft” per la preservazione del prodotto.
  • NO siliconi: questi ingredienti di origine petrochimica sono presenti pressochè in tutti i prodotti solari per migliorarne   la spalmabilità. Le protezioni Bioearth SUN, pur avendo detto no ai siliconi, sono molto spalmabili, non lasciano aloni bianchi e hanno una texture piacevolissima. In alternativa ai siliconi, Bioearth utilizza oli vegetali biologici.
  • NO Propylene Glycol: sostanza di origine petrolchimica sospettata di penetrare negli strati profondi della pelle e fungere quindi da trainante per altri ingredienti non graditi.
Protetti dal sole senza effetti collaterali Bioearth SUN Protection Blend è un innovativo sistema protettivo multi-filtro ideato dai ricercatori Bioearth. Conforme alla Raccomandazione Europea sui prodotti solari, esso è formato da filtri minerali non-micronizzati abbinati a filtri chimici scelti per la loro documentata efficacia e sicurezza per l’organismo.
Uvinul A+® e Tinosorb S®, Uvinul T 150®: ben tollerati anche dalle pelli più sensibili, efficaci e stabili anche ad alte temperature. Prove condotte in fase di realizzazione dei prodotti hanno evidenziato un incremento delle performance protettive di questi blend di filtri all’aumentare della temperatura.
Ossido di Zinco e Diossido di Titanio: filtri minerali che schermano tutti i raggi solari e non essendo selettivi, costituiscono una barriera che riflette tutta la luce non provocando quindi il surriscaldamento dell’epidermide.
Fra i filtri chimici che Bioearth ha scelto di non usare, vi sono: Octyl methoxycinnamate, Octocrylene, Oxybenzone=benzophenone-3, Methylbenzylidencamphor, Paraaminobenzoico acid (PABA).
Bioearth SUN ha escluso anche i filtri fisici micronizzati in attesa che sia fatta chiarezza al riguardo a queste sostanze e ai loro potenziali rischi.
cooltext711199150
Come dicevo, questo è il terzo anno che li utilizzo, praticamente da quando sono entrati in commercio, e non mi hanno mai delusa.


solaribioearth


solaribioearth2


Sia le formulazioni che i packaging, nel corso degli anni, sono leggermente variati e migliorati sotto certi aspetti.  Ad esempio, l’anno scorso, le creme presentavano dei leggeri microgranuli che rendevano l’applicazione poco piacevole, mentre quest’anno la texture è nettamente migliorata.
Eccoli qui a confronto:


solaribioearth3


Come dicevo, questo è il terzo anno che utilizzo la protezione media e ne sono particolarmente soddisfatta, tanto che, quest’anno ho acquistato la protezione SPF 30 anche per la delicata pelle della mia bambina.
La consistenza è  molto fluida, tendente al liquido e bisogna quindi stare un po’ attenti a non premere troppo il tubetto per evitarne la fuoriuscita accidentale.
La spalmabilità è ottima e, sia per la protezione 15, che per la 30, il prodotto non lascia patine o fluorescenze bianche.
La tenuta è molto buona: in tre anni mai una scottatura o un arrossamento ma solo un’abbronzatura omogenea e dorata (cosa che ad esempio, non ho riscontrato nei solari Fitocose, che mi hanno fatto prendere il sole a macchie causa sudore abbondante).
Lo applico indifferentemente anche sul viso e avendo la pelle mista, quest’anno ho notato che l’emulsione tende a farmi uscire qualche piccolo occasionale brufoletto rispetto alla formulazione dell’anno precedente, anche se non noto sostanziali differenze di inci.
La profumazione è lieve e appena percettibile.
La formulazione, come avete letto nell’introduzione, è ricca di antiossidanti come l’estratto di tè verde, la vitamina E, Vitamina A e Succo di Aloe Vera bio che proteggono  la pelle dal danno ossidativo indotto dall’esposizione ai raggi solari.
Tra i filtri chimici utilizzati ci sono UVINUL A PLUS, TINOSORB S e TESOGAN T150, tutti fotostabili e ben tollerati anche dalle pelli più sensibili.
Come filtri fisici ci sono l’ossido di zinco e il diossido di titanio non micronizzati.
E’ la loro combinazione probabilmente che garantisce un’ottima protezione senza i piccoli fastidi che si riscontrano utilizzando solari con esclusivi filtri fisici.
In conclusione, per me, sono tra i solari migliori mai provati.
Mi piacerebbe, magari, vedere l’anno prossimo una new entry per il viso con una formulazione più leggera: quella di quest’anno, infatti, presenta nell’inci l’olio di mandorle dolci, acerrimo nemico delle pelli miste e grasse.
Li ho acquistati da Ecocose al prezzo di € 18,00 per la spf 15 e € 18,50 per la spf 30.
Un bacio a tutte!
firma blog copiaVERDE

19 commenti :

  1. in questo periodo sto usando un solare della lavera, devo dire che sbianca purtroppo ma non fa niente.. chiudo un occhio e bon XD
    di questo brand avevo provato la protezione più alta ma non mi aveva soddisfatto.

    un bacione grosso :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo infatti sentito che la protezione 50 è un po' più corposetta. Un bacio anche a te, ciao

      Elimina
  2. Sono poco afferrata in materia,quest'anno non ho acquistato solari e mi acconteterei di una mini confezioncina (per l'uso che ci faccio)...Bioearth mi sembra comunque un buonissimo marchio:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho provato diversi prodotti Bioearth e con tutti mi sono sempre trovata molto bene. Ciao!

      Elimina
  3. Wow, che prodotti interessanti! Ma dove posso trovarli?? Io quest'anno sto utilizzando solari Lavera per me e per la mia bimba Mustela e Società del Karitè (però contengono filtri chimici poco piacevoli!) Se sono sul web, magari li ordino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io li ho acquistati dal sito Ecocose. Ciao!

      Elimina
    2. Grazie mi sa che ci faccio un pensierino!!
      Ho un piccolo premio per te (sono nuova nel mondo blog per cui spero di non aver fatto pasticci!) :-)

      Elimina
  4. Purtroppo dovrò ancora aspettare più di un mesetto per metterli alla prova. Io ho anche la 50! meno male perchè bianchi come siamo ci servirà!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... dimenticavo... metto il link a questa review nel mio post!

      Elimina
    2. Grazie Manu! Io la 50 non l'ho mai provata ma ho sentito dire che è abbastanza corposetta. Aspetto una tua review! Un bacio

      Elimina
  5. Come ho detto anche sul blog di Manuki, anche io mi trovo benissimo con questa marca. Ho la protezione totale per il viso che uso anche prima del trucco e la protezione 50+ waterproof per quando (quando????) andrò al mare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se le altre non sono waterproof, hanno una buona tenuta. Certo ogni solare andrebbe riapplicato dopo il bagno, in ogni caso. Fammi sapere come ti trovi se ti va. Ciao!

      Elimina
    2. In effetti anche il waterproof va riapplicato dopo il bagno. Io l'ho preso solo perché divido il solare con la mia bimba di 4 anni e si sa, i bambini adorano stare a mollo più del dovuto. ;-) Appena riesco ad andare al mare ti faccio sapere come si è comportato!

      Elimina
  6. Non le ho mai provate, per ora mi trovo davvero bene con i solari che ho comprato ma magari il prossimo anno... :D
    Per quanto riguarda fitocose grazie al cielo non solo a chiazze ma forse hanno già cambiato formulazione da quando l'hai usata tu, so che lo fanno spesso..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te, è probabile. Infatti ho provato i solari Fitocose forse il primo anno che sono usciti sul mercato. Un bacio!

      Elimina
  7. Cercavo proprio opinioni su questo solare e mi sono convita a provarlo, ne parlò bene anche Carlita mi pare ^_^

    RispondiElimina
  8. Attenzione, queste creme contengono "retinyl palmitate".
    leggete questo articolo interessante... http://www.curvedicrescita.com/2011/06/21/come-scegliere-crema-solare/
    Claudia

    RispondiElimina

Ogni vostro commento è per me importante.
Grazie di cuore!