La Saponaria: Shampoo solido ai semi di lino

venerdì, ottobre 19, 2012

 

shampoo-solidoI capelli sono da sempre il mio cruccio.

Fin da bambina li sognavo lisci, morbidi e disciplinati ma mi sono scontrata contro la forza della natura che me li ha gentilmente concessi ricci, crespi e dal volume esagerato.

Per fortuna la svolta eco bio capellifera li ha notevolmente migliorati rendendoli molto più facili da domare e addomesticare.

Sbirciando qua e la tra i vari e-shop, mi sono imbattuta nello shampoo solido ai semi di lino La Saponaria che ha fin da subito catturato la mia attenzione ed interesse, reduce forse dall’esperienza estremamente positiva con lo shampoo girasole e arancio dolce dello stesso brand di cui vi ho già parlato qui.

Ho deciso quindi di provarlo.

Senza plastica, senza sprechi. Perfetto per l’aereo!

Dedicato a chi non ama i flaconi di plastica e a cui piace viaggiare, questo shampoo senza acqua è facile da trasportare (anche in aereo) e non inquina. Formulato con ingredienti locali e genuini, deterge delicatamente donando vitalità a capelli stressati e indeboliti. Lavanda, rosmarino e ginepro agiscono alla radice e sul cuoio capelluto sfiammando le irritazioni, mentre il limone deterge a fondo eliminando il grasso e migliorando la naturale lucentezza.

Inci: Olea Europaea Oil (olio extravergine d’oliva), Cocos Nucifera Oil (olio di cocco bio), Aqua, Linum Usitatissimum Seed Oil (olio di semi di lino bio), Sodium Hydroxid, Ricinum Usitatissimum Oil (olio di ricino), Simmondsia Chinensis Seed Oil (olio di jojoba), Lavandula Hybrida Oil (oe lavanda), Citrus Medica Limonum Oil (oe limone), Juniperus Communis Oil (oe ginepro), Rosmarinum Officinalis Oil (oe rosmarino), Melaleuca Alternifolia Oil (oe tea tree), Limonene*, Citral*, Linalool* (*naturalmente contenuti negli oli essenziali).

Prezzo € 4,50 per 100 gr

cooltext711199150

L’idea di uno shampoo solido, che andasse bene un po’ per tutta la famiglia, mi ha subito catturata.

La prima volta che l’ho utilizzato, ne sono stata abbastanza soddisfatta: molto schiumogeno, delicatamente profumato, risultato nella norma.

Nel tempo però, mi sono dovuta ricredere.

Già dal secondo tentativo, i miei capelli risultavano pesanti all’attaccatura e sulla cute e tendenzialmente secchi sulle lunghezze. Risultato che si è accentuato con l’utilizzo continuo.

Effetto forse dovuto a questioni di ph. Il sapone, infatti, è per sua natura alcalino ed è in contrasto con quello acido della pelle e del capello. Mentre l’epidermide ristabilisce facilmente il proprio ph dopo una detersione a risciacquo, per il capello la questione è un po’ più complessa.

Come giustamente fa notare anche Lola nel suo forum, il ph basico apre le squame del capello e, unendo il sapone ai sali minerali contenuti nell’acqua, si generano dei sali insolubili che si depositano inevitabilmente sulla chioma rendendola secca e opaca.

Delusa, ero già pronta a riciclarlo come sapone corpo da doccia fino a quando mio marito, terminato il suo abituale shampoo, non ha deciso di provarlo e consacrarlo a proprio shampoo.

Avendo infatti capelli corti e una cute tendenzialmente secca, non ha potuto fare a meno di apprezzarlo .

Cosa posso dire…tutto è bene quel che finisce bene!

C’è da dire, per dovere di cronaca, che questo sapone/shampoo dura davvero tanto, molto di più rispetto ad uno normale, ed ha un prezzo decisamente conveniente, oltre a rendersi pratico per chi viaggia in aereo e pratica sport.

Consigliato quindi a chi ha capelli corti e cute tendenzialmente secca, pratica sport e viaggia in aereo ma sconsigliato a chi ha capelli lunghi, secchi e che si sporcano velocemente.

Spero che la mia esperienza possa esservi utile.

Avete mai provato uno shampoo solido? Quali sono i vostri preferiti?

firma blog copiaVERDE

  • Share:

You Might Also Like

30 commenti

  1. Non sono tentata dagli shampoo solidi, tutt'altro...me ne tengo bene alla larga!

    RispondiElimina
  2. Non ho mai provato uno shampoo solido...sinceramente non mi attraggono molto :(
    Se vuoi partecipa al mio GiveAway! ^_^
    http://www.missmakeupandco.blogspot.it/2012/10/bracciali-fatti-mano-per-una-di-voi.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho appena partecipato, grazie della segnalazione:)

      Elimina
  3. Se avessi voglia di dare a questo sapone shampo un'altra possibilità potresti armarti di pazienza e fare un risciacquo all'acqua ed aceto alla fine di ogni lavaggio per riportare il pH al suo valore ottimale. Almeno questo da "libro di testo" del sapone.
    Pensa che io ho fatto un sapone shampo e non ho ancora avuto il coraggio di provarlo proprio per questo motivo!
    Tra la'altro i mie sono come i tuoi tranne che sono fini e già da soli tendono a essere disordinati ed opachi... una volta ho usato un sapone normale dei miei e mi sembrava di avere della stoppa in testa, ma non avevo fatto il risciaquo. Quindi traumatizzata non ho più provato. Solo recentemente ho letto questa cosa su un forum in cui si parla di sapone.
    Magari intanto fallo provare al marito con il risciacquo e vedi come va
    =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Manu, avevo già letto sul forum di Lola di cercare di ripristinare il ph con sciacqui di acqua e aceto; ci ho provato ma il risultato comunque non mi soddisfa :( Ciao!

      Elimina
    2. oh, peccato... significa che userò il mio shampoo solido come normale sapone!!

      Elimina
  4. Della Saponaria uso quello all'arancio dolce , questo solido non mi attira ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sono una consumatrice di quello all'arancio dolce, ciao!

      Elimina
  5. mai provato uno shampoo solido in quanto avevo letto un post di Zago del biodizionario in cui diceva di diffidare da tutti gli shampoo solidi.. comunque credo che gli uomini siano gli unici a trovarcisi bene e meglio per te che non hai sprecato un prodotto! Io pure ogni tanto rifilo "cose" al mio ragazzo! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli uomini: inconsapevoli cavie!
      Un bacio Lucia!

      Elimina
  6. io ho provato quelli di lush ma erano terribili sui miei capelli. Da quanto scrivi sembra invece che questo possa fare al caso dei miei capelli corti in questo periodo! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per capelli corti potrebbe anche andare bene...magari sempre con un bel risciacquo di acqua e aceto. Baci

      Elimina
    2. gli shapmpoo solidi di lush però non sono davero saponi ma syndet, fatti con tensioattivi nemmeno tanto delicati, ma che comunque hanno un comportamento diverso dal vero sapone.
      Porterò a Giada il mio shampoo =)

      Elimina
  7. Eccomi sbarcata anche da te grazie al sito Kreattivita, molto carino e mi sono iscritta subito, se ti va passa da me kiss jexika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te e anche a Kreattiva per la sua bella iniziativa.

      Elimina
  8. Grazie alla meravigliosa iniziativa di Kreattiva ho trovato il tuo bel blog...COMPLIMENTI!!!
    Da oggi ti seguirò con piacere.
    A presto
    Maestra Valentina

    RispondiElimina
  9. L'unico shampoo solido che ho provato e che sto usando tutt'ora è Capo Verde di Lush che non è completamente eco-bio, però mi sto trovando bene.
    Questo de La Saponaria però non fa per me visto che ho i capelli grassi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patri, sicuramente lo sconsiglierei sui capelli grassi. Ciao!

      Elimina
  10. io non ne ho mai provato uno perché mi fanno paura... mi piace il concetto di poterli portare in aereo risparmiando liquidi e roba simile ma non ne ho ancora trovato uno che mi faccia venire il coraggio di acquistarlo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ne sono stata attratta perché al suo interno è presente l'olio di semi di lino con cui mi trovo molto bene, sui capelli. Sicuramente però non lo riacquisterei. Preferisco travasare lo shampoo in uno di quei piccoli contenitori da viaggio per portarmelo dietro

      Elimina
  11. Ciao , ho poca pazienza con i capelli in questo periodo,tento di evitare il parrucchiere e farli crescere.Da quando ho approfondito la questione ph...evito l'uso dei saponiferi sul viso (anche se li utilizzavo poco o di rado).Mai dire mai...ma per ora non mi inspirano neanche i solidi per capelli:)

    RispondiElimina
  12. Ciao!Io ho i capelli similissimi ai tuoi, quindi ti capisco benissimo!!!Questo shampoo mi aveva attirata, ma non l'ho mai comprato...che ne pensi del suo uso come balsamo solido?Tipo il jungle di lush, ma come ingredienti questo mi sembra migliore, ci sono tantissimi oli!Magari così riesci ad usarlo!
    Un saluto da una tua nuova follower :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e onorata di averti follower. Anche se dall'inci si notano parecchi olietti, sicuramente te lo sconsiglio come balsamo in quanto non è districante, in più, alla lunga, tende ad ingrassare la cute e seccare le lunghezze. Ciao

      Elimina
  13. ciao mi piace molto il tuo blog, ti seguo;) se ti va di curiosare anche io ho un blog http://ilovemirty.blogspot.it/ ti aspetto;) Jessica

    RispondiElimina
  14. Ho provato lo shampoo solido di Lush (blu, alle alghe marine). Per me deleterio (cute tendente a sporcarsi in 2giorni e lunghezza media). Mio fratello, capello corto e cute "normale" mi ha comunicato che sarebbe il suo shampoo "per sempre", se non costasse 8euro! diverse teste, diverso grado di soddisfazione!

    RispondiElimina

Ogni vostro commento è per me importante.
Grazie di cuore! ♥